Ozonizzatore

Ozonizzatore

Vivere e lavorare in ambienti sani è molto importante. La pulizia quindi viene prima di tutto, ma anche l’aria che respiriamo è ugualmente fondamentale. Ecco perché conviene installare condizionatori dotati di filtri in grado di eliminare polvere e batteri.

Per stanze davvero sane però il dispositivo più utile è l’ozonizzatore, in grado eliminare germi e batteri dall’aria della stanza. Perfetto per le sedi di lavoro ma anche per le abitazioni, soprattutto in questo periodo dove l’attenzione all’igiene è massima. In questo articolo ti spieghiamo che cos’è l’ozonizzatore e il suo principio di funzionamento, oltre a consigliarti i migliori modelli sul mercato.

Che cos’è un ozonizzatore?

L’ozonizzatore è un generatore di ozono, un dispositivo portatile da posizionare negli ambienti che devono essere purificati. Ogni modello possiede le sue peculiarità, ma generalmente è possibile azionare diverse velocità di ventilazione, programmare la durata dell’intervento tramite l’apposito timer e renderlo un oggetto di arredamento grazie a luci e design eleganti.

Come funziona

Il principio di funzionamento è piuttosto semplice. Il dispositivo rilascia infatti nell’ambiente particelle di Ozono, una molecola composta da 3 atomi ossigeno, è un gas instabile che non può essere conservato e questo rappresenta il punto chiave dell’utilizzo di un ozonizzatore.

L’ozono rilasciato nell’ambiente elimina batteri e germi, lasciando l’aria pulita e sana. Essendo inoltre molto pesante, il gas riesce a entrare in tutte le cavità e angoli presenti in una stanza.

La differenza tra ozonizzatore e ionizzatore

Spesso confusi, questi dispositivi agiscono in modo differente anche se l’obiettivo è simile: sanificare aria e acqua. Lo ionizzatore scinde i batteri dalle particelle, li allontana quindi dall’aria e fa in modo che si aggrappino alle superfici come mobili o pavimenti. È quindi ideale soprattutto per chi soffre di allergia o asma. In commercio esistono inoltre molti dispositivi che possiedono sia la funzione di ozonizzatore che di ionizzatore.

Quando usarlo?

Sul mercato esistono diversi modelli, da quelli adatti alle abitazioni e piccoli ambienti fino a dispositivi professionali perfetti anche per strutture più grandi.

In generale si può utilizzare l’ozonizzatore per:

  • purificare l’aria degli ambienti, eliminando germi e batteri;
  • eliminare acari e polvere, rendendo l’aria sicura per chi soffre di asma e allergie;
  • ridurre muffe sui muri, causate da umidità e aria non pulita.

In alcuni contesti lavorativi diventa inoltre essenziale assicurare l’igiene massima degli ambienti. Pensiamo infatti a studi medici ma anche centri estetici, palestre ma anche bed and breakfast e hotel. Importante inoltre l’utilizzo in tutti quei luoghi dove è presente e viene preparato cibo: ristoranti ma anche centri di stoccaggio, negozi di alimentari, celle frigorifere.

Come usarlo?

L’utilizzo di un ozonizzatore dipende da modello a modello, ma essenzialmente tutti i dispositivi seguono alcune semplici regole per un utilizzo sicuro ed efficace. In particolare:

  • pulire la stanza accuratamente prima di azionare il dispositivo;
  • utilizzarlo per brevi e circoscritti periodi di tempo;
  • chiudere porte e finestre e uscire dalla stanza mentre il dispositivo è in azione.

Queste piccole raccomandazioni sono utili non solo per la sicurezza, ma anche per ottimizzare al massimo l’efficacia dell’ozonizzatore.

Esistono controindicazioni?

Occorre ricordare che, se utilizzato in quantità eccessive, l’ozono può essere molto dannoso per la salute. Per questo motivo si raccomanda l’utilizzo dell’ozonizzatore per brevi periodi di tempo: le tempistiche per una corretta purificazione dell’aria variano a seconda della grandezza degli ambienti, ma non devono mai essere superati.

Importante inoltre sanificare l’ambiente quando non vi soggiornano persone: in questo modo viene garantita la sicurezza di tutti.

Infine è bene considerare che le quantità di ozono utilizzate per gli ambienti sono di molto inferiori a quelle considerate pericolose. Occorre rispettare le indicazioni fornite per ogni modello in commercio.

I migliori modelli

Sul mercato esistono svariati modelli di ozonizzatore, da quello più semplice ed economico alla versione che incorpora decine di funzionalità. Puoi trovare inoltre dispositivi che fungono da ozonizzatore e ionizzatore insieme, ma anche modelli con ventilazione, luci e decorazioni che diventano un vero e proprio complemento d’arredo. Di seguito ti consigliamo i migliori dispositivi che trovi online.

COVVY Generatore di Ozono

Il primo modello è un dispositivo pensato sia per le abitazioni private che per gli ambienti commerciali. Rispetto agli altri ozonizzatori che ti mostreremo, il prezzo è alto ma la qualità è eccelsa.

Si tratta di un modello molto potente, in grado di produrre fino a 3500 mg/h di ozono e quindi indicato anche per ambienti piuttosto grandi: l’area massima suggerita è di 60 metri quadrati.

Il design è piuttosto minimal, quasi industriale, ma molto comodo e maneggevole grazie alla pratica maniglia. Il corpo in metallo lo rende inoltre resistente e duraturo.

Le caratteristiche da segnalare:

  • timer regolabile fino a 120 minuti;
  • piedini antiscivolo in gomma;
  • elimina odori, batteri, insetti, muffa.

Tra le indicazioni per l’utilizzo, si consiglia di attendere circa un’ora dallo spegnimento del timer per entrare nella stanza.

Purificatore d’aria TREKOO

Il modello che ti presentiamo è un vero e proprio 3 in 1: generatore di ozono, ionizzatore e profumatore d’ambiente tutto in un unico dispositivo piccolo, compatto e con un design moderno.

Le dimensioni ridotte lo rendono adatto per essere posizionato in qualsiasi parte della stanza: sarà discreto ma estremamente funzionale. Il display digitale e intuitivo consente inoltre un utilizzo immediato e senza eccessive difficoltà.

I punti di forza:

  • generatore di ioni negativi efficace;
  • sensore automatico: il dispositivo rileva automaticamente la presenza o meno di persone e si attiva di conseguenza;
  • nano filtro ai carboni attivi che dura fino a 15 anni;
  • rumorisità inferiore ai 20 dB.

Grazie alla combinazione di ozono e ioni negativi, elimina cattivi odori e purifica l’ambiente.

Generatore di ozono Thingnovation

Concludiamo con un’ottima soluzione se non vuoi investire troppo budget ma vuoi comunque provare a installare un generatore di ozono nella tua casa.

Questo modello è un buon compromesso tra qualità e prezzo: le dimensioni ridotte lo rendono ideale per l’auto, piccole stanze e anche armadi.

Grazie all’alimentazione a batteria incorporata, è perfetto per viaggi o per essere installato in tutti questi luoghi dove non arriva la corrente elettrica.

Questo ozonizzatore è in grado di erogare 60 mg di ozono all’ora, eliminando cattivi odori, muffe e batteri. Hai mai pensato di utilizzarlo in ambienti piccoli e chiusi come scarpiere o frigoriferi? Questo modello è perfetto per sanificare anche questi luoghi.

Speriamo che questa breve guida ti sia stata utile per saperne di più sugli ozonizzatori!

Ultimo aggiornamento 2020-11-30