bimar-condizionatori

Migliori Condizionatori Portatili Bimar

I condizionatori portatili Bimar sono sinonimo di alta qualità e ottime prestazioni. Oggi vi illustreremo meglio le caratteristiche di questi elettrodomestici, e perché dovreste orientarvi verso questo brand, per i vostri acquisti.

Perché scegliere un condizionatore portatile Bimar

Il climatizzatore portatile dispone di comode ruote che ne assicurano il trasporto in qualunque stanza, e a seconda della necessità può anche riscaldare o solo raffreddare gli ambienti. Di solito, questo genere di elettrodomestico dispone di un tubo che bisogna collocare all’esterno della casa e che ha la funzione di espellere l’aria calda aspirata dagli stessi ambienti. Però, affinché sia un elettrodomestico funzionale, è bene che sia realizzato con materiali di qualità, che possieda tecnologie moderne, e allo stesso tempo sia facile da usare.

I prodotti Bimar sono capaci di assicurare un’ottima efficienza funzionale e di garantire ottime prestazioni a chi sta cercando un condizionatore per rinfrescare casa propria o il proprio ufficio. Questi condizionatori sono dotati di grande praticità d’uso, il che si rivela ideale per coloro che non amano i prodotti troppo tecnologici, ottima maneggevolezza e una relativa semplicità di utilizzo. Se state cercando un prodotto con queste caratteristiche, potreste averlo trovato.

Come scegliere un condizionatore portatile

Il principale vantaggio dei condizionatori portatili è di essere mobile e quindi di rinfrescare le diverse stanze della casa spostando semplicemente il climatizzatore dove ne abbiamo bisogno.
Se non avete mai avuto un condizionatore in casa vostra e avete deciso di acquistarne uno portatile, ma non sapete da che parte iniziare per individuare il modello più giusto per voi, vi consigliamo di provare a farvi qualche semplice domanda, per capire quali funzioni fanno al caso vostro e quali no. Ad esempio, per individuare la potenza migliore per il condizionatore portatile che utilizzerete a casa dovete conoscere i metri quadri che compongono la stanza in cui pensate di utilizzarlo di più. Più grande è, maggiore potenza vi servirà. Ovviamente un condizionatore portatile, rispetto ad uno fisso, avrà potenza minore, ma non per questo non andrà bene per casa vostra.

Come capire qual è la potenza giusta

Per individuare la potenza giusta per le vostre necessità è necessario fare un calcolo matematico. Infatti, considerando che la potenza di un condizionatore portatile è indicata in btu (340 Btu/h equivalgono ad un 1 watt/h) potresti individuare la potenza necessaria con questa operazione: K x l1 x l2 x h = W, dove l1 è primo lato della stanza espresso in metri (es. 3,5), l2 è il secondo lato della stanza espresso in metri (es. 5,5), h è l’altezza della stanza espresso in metri (es. 2,7), e K è la costante, che equivale a 25 per il freddo e a 35 per il caldo.

Deumidificatore, ventilatore e condizionatore tutto in uno

Se pensate che vi servano tutte e tre queste funzioni, individuate il modello che le possiede tutte al suo interno. In questo modo potreste decidere di utilizzare solo una di queste funzioni, in base alla necessità. Si tratta infatti di funzioni molto diverse che, a seconda dell’occasione, potrebbero tornare utili.

Bassi consumi

Se la vostra attenzione è rivolta anche ai consumi di energia, vi consigliamo di fare attenzione alla classe energetica. Le migliori, in questo caso, sono quelle che vanno dalla A in su. Il massimo del risparmio si ottiene con un elettrodomestico di classe A+++ che rispetto alla classe A può garantire anche un 50% di risparmio maggiore in bolletta. Anche se, dovete sempre tenere in considerazione che acquistare un condizionatore di classe A+++ significa spendere delle cifre più consistenti.
Se pensate di utilizzare il climatizzatore per molte ore, tutti i giorni, ti consigliamo di acquistarne uno con tecnologia inverter, che vi permetterà di regolare costantemente e in maniera automatica, la potenza e la velocità del vostro condizionatore portatile facendovi risparmiare sul consumo elettrico.

Con pompa di calore

Se il climatizzatore portatile che avete in mente deve anche avere la funzione di “riscaldamento” durante i mesi invernali, allora dovrete rivolgere la vostra attenzione verso quelli dotati di pompa di calore.

Climatizzatore durante le ore notturne

Se la vostra idea è di utilizzare il condizionatore portatile durante la notte, allora vi consigliamo di scegliere un modello silenzioso. In caso contrario, con un livello di rumorosità alto, superiore ai 50 decibel per intendersi, il riposo potrebbe essere un po’ compromesso. Molto ovviamente dipende dal vostro livello di tollerabilità al rumore, potreste anche trovare la soluzione ideale anche in un climatizzatore con funzione sleep.

Con o senza timer

Un’altra funzione utile potrebbe essere il timer. Infatti, potreste desiderare che il vostro climatizzatore si accenda prima che voi facciate ritorno a casa da lavoro, oppure che si spenga ad una determinata ora della notte. Non tutti i timer sono programmabili in base a determinati orari. Alcuni permettono una regolazione solo in base a ore/minuti. Ad esempio: potrai ordinare al tuo climatizzatore portatile di spegnersi tra 30 minuti o magari tra due ore, ma non potrai ordinargli di accendersi alle 9 in punto e di spegnersi alle 12.

I migliori modelli

Tra i vari modelli di climatizzatore portatile Bimar che potrete trovare abbiamo individuato questi, che secondo noi sono in grado di garantire un’ottima funzionalità. Altro vantaggio dell’acquistare un condizionatore portatile Bimar riguarda ovviamente il prezzo, che è notevolmente più contenuto rispetto a quello di installare un impianto fisso in ogni stanza della casa.
Il primo modello che vi suggeriamo è Bimar VR21.BI. Un ventilatore e rinfrescatore d’aria, di colore bianco.
Grazie ad un pratico e innovativo sistema integrato nel Bimar VR21 l’aria si raffresca tramite la rapida evaporazione delle particelle d’acqua. Inoltre questo modello può vantare la presenza di un ionizzatore appositamente incluso per ridurre le polveri nell’aria. In questo modo oltre ad un clima piacevole potrete godere anche di un’aria più salubre.  All’interno della confezione troverete due panetti di ghiaccio in gel con lo scopo di contribuire a raffrescare maggiormente l’aria.

Dal punto di vista funzionale è facile e pratico da utilizzare, complice la presenza di comodi comandi elettronici e di un maneggevole telecomando. A tal proposito potrete scegliere tra tre modalità di funzionamento: Normal/Sleep/Natural e tra tre velocità diverse: min/med/max. Infine, ultima funzione che può essere interessante: un timer 8h, la possibilità di auto-spegnimento dopo 24h di lavoro, oltre alla presenza di un Led che può visualizzare ogni funzione.

Bimar VR21.BI - Ventilatore e rinfrescatore d'aria, Bianco
  • Erp dati: portata: 8,04m³/min
  • Valori esercizio: 0,14m³/min/W

Secondo modello che vi consigliamo è il condizionatore portatile con potenza di 12000 Btu, pompa di calore, Wifi, Bimar CP120. Di classe di efficienza energetica A, questo climatizzatore ha funzioni di condizionamento, deumidificazione, e ventilatore. La sua rumorosità è di 65dB(A), mentre la portata d’aria è di 400 m³/h. Perfetto per stanze di circa 18-26 m². Inoltre, è dotato di WiFi e Timer. La sua larghezza è di 420 mm, la profondità di 360 mm, mentre l’altezza è di 722 mm.

Speriamo che questo articolo vi sia utile per individuare il vostro migliore condizionatore portatile Bimar.

Ultimo aggiornamento 2020-12-01